Toccare ferro

[et_pb_section fb_built=»1″ admin_label=»section» _builder_version=»3.22″][et_pb_row admin_label=»row» _builder_version=»3.25″ background_size=»initial» background_position=»top_left» background_repeat=»repeat»][et_pb_column type=»4_4″ _builder_version=»3.25″ custom_padding=»|||» custom_padding__hover=»|||»][et_pb_text admin_label=»Text» _builder_version=»3.27.4″ background_size=»initial» background_position=»top_left» background_repeat=»repeat»]

 

 

 

è un modo di dire che vuol dire allontanare una possibile sciagura con il rituale scaramantico di toccare un oggetto di ferro o un ferro di cavallo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il significato dell’espressione risalirebbe a una leggenda inglese che racconta come il fabbro san Dunstano ricevesse la visita sotto mentite spoglie del diavolo che voleva farsi ferrare uno zoccolo caprino. Il fabbro riconobbe il maligno personaggio e acconsentì ma approfittò della ferratura per prendere a martellate il diavolo che lo scongiurò di lasciarlo andare. San Dustano lo lasciò libero in cambio della promessa che non comparisse più in alcun luogo dove vi fosse un ferro di cavallo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Secondo altre fonti l’origine del ferro di cavallo come porta fortuna e «scaccia malocchio» sarebbe data dalla sua forma genericamente simile a un apparato genitale femminile; era credenza comune che il malocchio e il maligno potessero facilmente essere distratti da una tentazione sessuale tanto da non interessarsi più di entrare nella casa davanti alla quale fosse esposto o ai possessori di tale oggetto. Nel medioevo spesso sulle facciate delle chiese e sui loro portoni si trovavano bassorilievi raffiguranti genitali femminili molto espliciti proprio con lo scopo di catturare l’attenzione dei demoni e di non far entrare spiriti maligni; la maggior parte di queste incisioni troppo realistiche furono rimosse nel tempo. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ancora oggi alcuni per scongiurare la cattiva sorte, usano inchiodare alla porta di casa come portafortuna un ferro di cavallo trovato casualmente ma affinché eserciti il suo influsso benefico, ritenuto maggiore se ha ancora i chiodi della ferratura, deve avere i due bracci rivolti verso l’alto e essere stato fissato con un numero di chiodi dispari che non passino attraverso le aperture usate per ferrarlo allo zoccolo. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

scaricala e usala! #dilloconemoticards

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In francese di dice: Toucher du bois

 

 

 

 

 

 

 

 

 

fonte

 

 

 

 

 

 

 

 

 

[/et_pb_text][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section]